17.7.15

Lettera aperta a Raheem Sterling (anche) da un tifoso del City


Caro Raheem, il tuo caso sta monopolizzando le pagine di football nei media inglesi durante gli ultimi giorni. La nostra tifoseria ti ha accolto benissimo, i tuoi ex tifosi hanno sparso commenti vari, in genere insulti ed auguri di morte (carino da parte loro, il popolo di "Justice for 96").

Vecchi calciatori del Liverpool hanno sottolineato l'assurdità della tua scelta, in qualche modo aumentando l'astio di chi si sente in diritto di offendere te e la sua legittima ambizione.

Io vorrei esprimere la mia opinione. Ho già detto che non trovo intelligente la strategia dei nostri dirigenti: non me ne volere ma, nonostante io ti consideri un gran bel giocatore, io non avrei speso tutti quei milioni per portarti la maglia numero sette della mia squadra (la mia preferita!).

Sono certo che nei prossimi mesi mi smentirai, guidando la squadra verso nuovi trionfi. 

Ho letto la lettera di Jim, il tifoso del Liverpool che ti ha scritto sulle pagine del Mirror. Trovo ancora una volta l'ipocrisia dei tuoi vecchi tifosi insopportabile.

Chi mi conosce sa che io porto un immenso rispetto per il Liverpool FC ma già leggere che ti "sei trasferito nella seconda squadra della seconda città più importante del Nord ovest" mi fa pensare ad una leggera acidità nel grande stomaco della Kop; senza considerare l'involontaria (?) ammissione della grandezza del Manchester United, cosa incredibile per un tifoso scouser degno di questo nome.

Seguo il City da molti anni e posso farti un piccolo riassunto di ciò che ci riguarda. Nell'era AM (ante Mansour) il City era una barzelletta, una squadra ridicola, debole, incostante, spesso retrocessa, in preda a fallimenti imminenti. Si è sempre riconosciuta la grandezza della tifoseria ma era qualcosa che ispirava più pena che ammirazione. Sotto sotto ci si chiedeva: "come può una banda del genere avere così tanti tifosi e così tanto appassionati"?

Inutile dirti che non potevamo sognarci giocatori come te: erano semplicemente fuori dalla nostra portata, sia economica, sia tecnica, sia spirituale.

Poi arrivò Natale. Che come noto cade il Primo Settembre di ogni anno. Lo Sceicco Mansour decise di cambiare due o tre cose.

Ma per molti non è invece cambiato nulla. 

Vabbè, i soldi. 

Vabbè, le due Premier League nelle ultime quattro stagioni. 

Vabbè i due secondi posti (nelle stagioni andate male). 

Vabbè l'FA Cup e la League Cup. 

Vabbè un insieme di grandi giocatori (in patria…) ed una società piena di dirigenti incapaci ma di grandi prospettive. 

Vabbè lo stadio ampliato a 60.000 posti. 

Vabbè l'Etihad Campus e l'avveniristico investimento sul settore giovanile. 

Ma insomma, Raheem, come cazzo hai fatto a scegliere il City??? Squadra ricca ma senza storia! Senza blasone, senza fascino!

Sai da chi dovevi prendere esempio?

Da James Milner.

Lui sì che ha capito che, pur apprezzando il City e la sua tifoseria, finalmente è approdato al Liverpool, squadra la cui "grandezza" è globale. 

Cioè: ha scelto la Storia. Ha scelto "quell'ulteriore prossimo livello".

Premesso che il tuo compagno di nazionale è un idolo qui, bravissimo ragazzo e grande giocatore, io chiedo: forse dovrei augurare anch'io qualcosa di male a Milner, visto che ha tradito noi poveri senza storia per mettere le sue natiche sulla panchina di Anfield, rifiutando un'offerta faraonica per restare?
Senza trascurare i loro fans. Il Liverpool ha i fans migliori del mondo, secondo il loro umile parere. 

Nell'attesa della lettera con augurio di morte anche per Roberto Firmino da parte dei tifosi dell'Hoffenheim ed eventualmente per Christian Benteke da parte dei tifosi dell'Aston Villa, io ti accolgo qui nella seconda squadra della seconda città più importante del nord ovest e ti dico di comportarti bene…noi blues sappiamo dare molto amore. Magari anche più dei tuoi ex tifosi.

Noi abbiamo imparato ad amare giocatori di terza categoria soltanto perchè ci hanno regalato grandi gioie in una finale per salire dalla Terza alla Seconda Divisione. E li ricordiamo ancora come degli Eroi.

Nella speranza che possa diventarlo anche tu, prima o poi.

Ciao Raheem, ti abbraccio.


8 commenti:

Cioccio ha detto...

Dario, mandala al Mirror e magari anche a liverpoolitalia.it...

diggio 92 ha detto...

Che ridicola tutta questa storia, percepisco solo tanta invidia generale, vorrei ricordare ai tifosi di liverpoolitalia (ridicoli come la lettera del mirror) che non vincono un campionato dal 1990 se non erro (noi ne sappiamo qualcosa di quanto sia dura una striscia cosi lunga di insuccessi quindi non è mia intenzione sfotterli) e quindi deduco che nell'era attuale del calcio moderno un qualsiasi giocatore che ambisce a vincere il campionato del suo paese ritenga ciò molto piu possibile al city che al liverpool(semplice ragionamento logico)....ma tralasciando il lato sportivo, vorrei ancora ricordare ai tifosi di liverpoolitalia (quando scrissi sul loro sito come la pensavo sul discorso che il city non è solo i soldi ma un attaccamento vero ad un credo di vita mi insultarono poco elegantemente) che il city non è nato nel 2008, ma i tifosi veri sia grandi che piccoli sono legati a questa squadra da piu di un secolo, tramandando nelle generazioni piu giovani quello che significa tifare city e il valore di portare avanti uno stile di vita....il distinguersi dalla massa becera dei tifosi arroganti di altre "potenti" squadre, il restare umili e l'amare questo sport e questi colori al di la dei risultati...Sono stato li ad aprile ed ho visto con i miei occhi quanta passione hanno i tifosi del city in un'annata dove comunque trofei non se ne sono visti, l'amore che provano verso questa squadra è IMMENSO e non saranno i soldi degli arabi che cambieranno ciò (ma poi non capisco, è una nostra colpa il fatto che degli sceicchi abbiano ricoperto d'oro questa squadra?!)...la grandezza dei tifosi del city è proprio questa, non sono cambiati di una virgola dal giorno che sono subentrati gli arabi(vittorie o non vittorie), non sono diventati arroganti e beceri come altri tifosi ormai accecati da tante vittorie e grandi giocatori...e poi trovo davvero ridicola la morale sui soldi quando da anni united e chelsea con abrahmovic spendono vagonate di soldi per questo o quel giocatore....quando loro vincono le vittorie sono belle e fanno bene al calcio, quando lo fa il city da fastidio....cari tifosi reds vi auguro una stagione piena di successi, a me potrà succedere anche che non vinco nulla ma io sono tifoso di una squadra che sa cosa significa soffrire e che mi ha insegnato a rispettare gli altri(anche i piu deboli o poveri) e ad amare questo sport meraviglioso oramai pieno di interessi...ho gia vinto cosi...buona premier!!

setteblu ha detto...

Caro Diggio, intanto oggi possono fare un po' meno la morale visto che hanno appena prelevato Benteke dal Villa per £46 milioni. In genere i tifosi del Liverpool (quelli intelligenti) non hanno nulla contro di noi, sanno bene chi siamo e chi non siamo.
Mi spiace che tu sia stato insultato da loro (noi qui li abbiamo sempre trattati bene…).
E' certo che stiano rosicando (e il titolo dell'anno scorso non aiuta), se ne faranno una ragione.
Spero che possano oggi comprendere lo stato d'animo dei Villans, a meno che non credano che tutto va bene perchè Benteke ha scelto la Storia.
A proposito di Villa, gira voce che Delph oggi sia a Manchester per le visite mediche.
Sarebbe un bel voltafaccia.

diggio 92 ha detto...

Ma infatti il liverpool è l'unica squadra inglese di quelle piu blasonate che ho sempre rispettato....l'anno scorso ci fu una diatriba su liverpoolitalia perchè ahime stavano scrivendo una marea di scempiaggini sicuramente causa rosicaggine per quello che dici te sul fatto di aver perso un campionato che sentivano ormai loro....purtroppo io mi inalbero, perche so cosi significa tifare squadre abituate alla sofferenza (city e lazio) e mi da fastidio quando sento certe idiozie...spero che se qualche tifoso del liverpool legga il mio commento magari ci faccia un pensiero sopra...detto ciò ho grande rispetto e perchè no ammirazione per il liverpool e la sua storia....ONCE A BLUE, ALWAYS A BLUE!!

P.s. Delph sta svolgendo le visite mediche, c'è una foto sul daily mail dove lui entra a fare le visite...

Emanuele ha detto...

Secondo me delph è un acquisto importante e non sarà un giocatore che farà panchina comprato solamente per aggiungere dei giocatori homegrown alla rosa ma ci posso assicurare che a livello tattico è fortissimo e porterà muscoli nel nostro centrocampo, sono molto soddisfatto e soprattutto il prezzo è giusto

Alessandro Bevilacqua ha detto...

al liverpool e ai sui tifosi io personalmente non auguro proprio un bel nulla!
da quest'anno li vedo bene parcheggiati a metà classifica, adesso senza Gerrard li vedo messi proprio male...
Fossi in loro più che pensare ad altre scempiaggini si concentrassero sulla squadra mediocre che stanno mettendo sù.
A conti fatti quest'anno gli evertonians hanno una caratura tecnica meglio di loro ;-)

MCTID

Noodles Matteo ha detto...

Bella lettera. Da recapitare, se possibile. Quanto alla tifoseria del Liverpool, piace pensare a quello che gli abbiamo portato via 14 mesi fa da sotto al naso. Hai voglia a insultarci....hai voglia. Non gli passa più. Ma proprio più. Quando e se torneranno a vincere la Premier, noi tutti e tutti loro.....non ci saremo più. Pace.

Giovanni Armanini ha detto...

Ho gia etichettato la lettera del tifoso del Lpool come una accozzaglia di puttanate in cui si rimpiange uno a cui si dà - in sostanza - del mezzo giocatore. Uno sfogo ormonale adolescenziale insomma. Poi oggi sul TheObserver leggo Paul Wilson: "There has always been hierarchy in football: that is what took Kevin Keegan from Scunthorpe to Liverpool". Colpito e affondato direi. Amen. ps: 5 dei 10 acquisti piu cari di sempre in premier li hanno fatti le anime belle dello united. E i 34 mln per Ferdinand del 2002, attualizzati al valore corrente della sterlina sono piu dei 49 per sterling. Si mettano il cuore in pace e basta cazzate per favore