20.8.15

Ufficiale




Nicolas Otamendi è un giocatore del City. La società ha ufficializzato l'acquisto con un tweet. Il centrale argentino, con i 45 milioni di euro circa sborsati dalla società, diventa così il terzo difensore più pagato nella stora del calcio, dopo David Luiz e Rio Ferdinand, anche se i media spagnoli riportano cifre intorno ai 40 milioni. Ovviamente la gazza non si lascia sfuggire l'occasione per titolare un ipocrita "City, follia Otamendi", come se i 30 milioni sborsati dal Milan per assicurarsi le prestazioni di Alessio Romagnoli fossero una roba da sani di mente.

In ogni caso, per una volta non starò qui a criticare l'operato di Gianni e Pinotto (per fortuna ero in vacanza quando hanno regalato Dzeko alla Roma). Ci sono diverse ragioni sensate per giustificare questo acquisto. Otamendi è un giocatore di grande affidabilità, che gioca ad alto livello da un po' (lo scorso anno probabilmente il miglior difensore della Liga) e che ricopre un ruolo di primo piano anche nella nazionale argentina. A quanto sembra il Valencia aveva grossi problemi di liquidità e aveva fatto capire al City che difficilmente sarebbe riuscita a pagare i 30 milioni che ancora ci doveva per Negredo (questo si, un grande colpo in uscita, per una volta). Quindi di fatto l'affare Otamendi potrebbe essere stato un modo per aggirare il problema ed evitare uno scontro legale con la società spagnola.

Il prezzo è lunare, è vero, ma se ci guardiamo intorno è evidente la penuria di difensori centrali di primo piano e il loro conseguente costo spropositato. In quest'ottica i 45 milioni sborsati per il nostro nuovo acquisto appaiono se non giustificati, almeno un pò più comprensibili, al contrario delle precedenti operazioni folli (quelle si) di cui abbiamo già parlato. Detto questo, secondo me un centrale titolare da affiancare al capitano serviva come il pane, e Otamendi potrebbe essere l'uomo giusto. Sono fiducioso.

Queste le sue prima parole: «Sono qui per dare il massimo - ha detto Otamendi - per combattere in ogni partita e portare il City più in alto possibile. Il mio sogno è vincere tanti trofei qui».

Intanto benvenuto Nicolas!



42 commenti:

Emanuele ha detto...

È sicuramente un buon colpo ed è giusto che questa squadra abbia 3 centrali difensivi affidabili e da poter alternare molto spesso poi a questi aggiungiamo pure la grande esperienza internazionale di demichelis al suo ultimo anno(almeno credo) in maglia citizen che ancora qualche partita ad alti livelli le può fare così possiamo far crescere denayer(lo reputo un ottimo difensore) in totale tranquillità e credo che pellegrini una dozzina di partite, a questo giovane appena ventenne, specialmente nelle coppe glie le faccia fare. Posso dire che la difesa del city è completa.

Alessandro Bevilacqua ha detto...

a questo punto spero nell'arrivo di un attaccante... incrocio veramente le dita! Sia per il nome e sia per l'eventuale cifra da spendere

MCTID

Cioccio ha detto...

Io credo che a questo punto Denayer andrà in prestito e, secondo me, è meglio così.
Ha bisogno di giocare con regolarità e potrebbe tornare il prossimo anno quando Demichelis sarà in scadenza di contratto.
Il prossimo acquisto sarà De Bruyne. Pellegrini giocherà con una sola punta e in questo ruolo ci sono il Kun, Bony (tutto da scoprire) e in casi estremi Iheanacho (appena promosso in prima squadra)e Roberts, il nuovo baby pagato 15 milioni.

Emanuele ha detto...

Il Sun ha confermato che domani de bryune sarà a Manchester dopo che è stato trovato l accordo tra i due club su una cifra tra i 45 50 milioni di sterline ovvero uno cifra simile a quella di sterling (65-70 milioni di euro). Alcuni diranno che è una cifra folle per quello che appena due anni fa è stata una riserva del Chelsea però per quello che ha fatto vedere lo scorso anno i eletto come miglior giocatore della Bundesliga davanti gente come Müller ecc ecc e per il miglior assistman d Europa secondo me la cifra è giusta. Se fosse vero tutto ciò pellegrini avrebbe a disposizione una squadra competitiva e pronta per fare il salto di qualità pure in champions

Lele ha detto...

De Bruyne è fortissimo, giovane, e vale quanto detto per Sterling, forse le valutazioni sono eccessive ma spesso sono le circostanze che le rendono tali.
Al momento avremmo una eccellente coppia di centrali, una fra le migliori punte, e un set di mezzali che non è secondo a nessuno.
Mi aspetto molto da questa stagione

Lloyd ha detto...

Per adesso sono stati comprati due titolari. Non succedeva da almeno tre anni.
Forse, spero, arriverà il terzo.

Sarebbe bastato spalmare questa filosofia sui precedenti due anni, per avere un titolo in più in bacheca, almeno.

Se gli acquisti di quest'anno saranno buoni quanto il prezzo del loro cartellino, allora potremmo fare molto bene.
E se l'anno prossimo arriverà Guardiola, basterà puntellare la squadra con uno/due acquisti di buon livello per iniziare ad essere tra i top club in pianta stabile.

Rosico parecchio quando sento menzionare il Chelsea come uno tra i club più forti d'europa, pur arrivando dietro il City in Premier!

Noodles Matteo ha detto...

De Bruyne non sarà a Manchester. Il Sun è un giornale spazzatura. Come la Cazzetta in Italia. De Bruyne è stato convocato per la trasferta di Colonia sabato pomeriggio. Ma entro il 31 agosto sarà
certamente a Manchester.

setteblu ha detto...

Faccio notare che la tanto decantata "politica dei giovani" è pura propaganda. L'investimento di un triliardo di sterline sull'Academy non ha prodotto un solo mezzo giocatore per la prima squadra. Anzi. Ora leggo che Cioccio auspica la partenza di Denayer dopo averci rotto i cosiddetti per settimane. Il tutto per accogliere Otamendi. Costato come se fosse Thiago Silva. Buonanotte

Cioccio ha detto...

Setteblu, è 3 mesi che invochi un difensore e che dici che Denayer non è ancora all'altezza. Sei incontentabile. Volevi Romagnoli?

setteblu ha detto...

Mettiamola così: fare mercato in questo modo è piuttosto semplice. Individuo qualche obiettivo, mi presento con una proposta molto superiore al valore del giocatore e lo porto a casa. Potremmo essere capaci anche noi.
Credo che al City servissero tre "titolari": un centrale dietro, un centrale in mezzo, un centrale davanti.
Acquisti da preparare per tempo, con un progetto preciso, sondando il mercato con intelligenza, evitando di pagare un milione di euro una cassetta di mele.
Risultato: Sterling (fortissimo eh?!?) costato quanto Cristiano Ronaldo.
Otamendi (27 anni, non esattamente il più forte centrale della storia) costato una totale follia. (Vedremo in carriera il paragone con Romagnoli).
Oggi leggo di De Bruyne a 80 milioni di euro. Per carità, fortissimo anche lui ma pagato una cifra folle considerato che il City in attacco, in quella zona, è molto più che coperto.
Nel malaugurato caso - purtroppo già accaduto in passato - che il Kun o Toure si facciano male o accusino cali di rendimento, abbiamo Delph e Bony, incidentalmente pagato 35 milioni di euro.
Sono io incontentabile o magari mi sono preso il lusso di ragionare?
Detto candidamente, stiamo diventando peggio dello United e a me la cosa fa venire i brividi.
Su Denayer: non lo giudico perché l'ho visto giocare 2/3 volte e credo che possa stare nella rosa ma non come titolare. Detto ciò, non credo fosse necessario pagare Otamendi quella carovana di quattrini.
Il tanto celebrato Progetto Giovani non ha prodotto NULLA, ad oggi. Chissà se è davvero un progetto sportivo o qualcosa d'altro.
Il mio cuore batte per il City in campo. La mia testa si vergogna di una dirigenza che ci sta trasformando in una specie di United ma con meno intelligenza.

setteblu ha detto...

Lele, Cioccio offre 1 milione di euro per la tua Yaris.

Kuspide ha detto...

Concordo su tutta la linea. La gestione di G&P (ma ci metto dentro anche Pellegrini che in due anni non è riuscito a valorizzare nessuno, anzi ha fatto scappare a parametro zero gente come Milner per poi ritrovarci a pagare a peso d'oro gli hg) si riduce nel farsi dire dai giornali quale giocatore prendere e pagarlo a peso d'oro. Nei loro due anni al City non hanno preso un solo titolare fisso, eccetto forse Fernandinho, pur spendendo carovane di milioni. Lo scheletro della squadra, al di la dei giudizi sui singoli, è ancora quello di Marwood, che peraltro spese molto meno. Così il mercato so farlo anche io. Giovani zero, seconde linee in panca indecorose rispetto a quanto speso e a quelle che, conseguentemente, dovrebbero essere le ambizioni stagionali, saldo mercato imbarazzante. Di fatto iniziamo la stagione con 1 punta fenomenale che spesso ultimamente ha problemi fisici e un'altra che non sappiamo nemmeno come giochi. E non mi illudo nemmeno sui risultati di Premier. Non saranno un paio di vittorie, pur convincenti e importanti come quelle arrivate ora, a farci vincere il campionato a mani basse. Salvo come detto, l'acquisto di Otamendi per i motivi già elencati nel post e perchè considerato nel quadro generale è tra le operazione meno folli (credo che avrebbero potuto con quelle cifre strappare perfino Romagnoli al Milan).

Kuspide ha detto...

Lele, Begiristain non vede l'ora di twittare la foto della firma del contratto per la tua Yaris, ma ci ha ripensato, un milione di euro è un po' poco, facciamo 3.

Cioccio ha detto...

Non ho un milione di euro, altrimenti la Yaris di Lele l'avrei comprata subito! :)

Denis80 ha detto...

Certo che però prima ci si lamenta che compriamo giocatori da panchina, in questa sessione abbiamo preso secondo me uno fra i 3 giovani migliori d'Europa, un difensore di alto livello capace inoltre di giocare terzino(mentre altri difendono con i vari Cahill, Mertesaker, Jones..) e stiamo concludendo per de bruyne che a 24 anni è stato eletto miglior giocatore della bundes ed è già fra i trequartisti più forti al mondo. Ora noi ci lamentiamo per i soldi spesi? Onestamente ma freghiamocene, ne hanno che non sanno dove metterli. Pensiamo che c'è chi spende 30 mln per illaramendi e 40 per kovacic, 35 per cuadrado, 35 per Shaw, una marea anche per Fellaini, o a Liverpool che ogni anni cambiano 9 titolari su 11. Volevamo investimenti grossi su pochi giocatori? Queste(De bruyne, sterling e Otamendi) sono state le scelte di manager e società , non battezziamole ancor prima di vederli giocare!

setteblu ha detto...

Io non battezzo proprio nulla. Preferirei una società che mi prende Vincent Kompany a 6 milioni di sterline. O Joe Hart per un pugno di soldi. L'andazzo attuale è tipico dello United e a me, che anche per questo scelsi il City, non piace. Sembriamo il Real Madrid dei poveri.

Denis80 ha detto...

Ma che discorso è? Allora torniamo a 7/8 anni fa con una rosa da 40 milioni. Se vuoi ambire a premier e champions devi pensare che appunto noi non siamo il Real Madrid,non siamo il Bayern Monaco, se vogliamo un de bruyne lo dobbiamo pagare il 50% in più rispetto a quello che lo pagherebbero loro ed è normale che sia così. Ora stanno cercando di dare una nuova identità alla squadra con giocatori giovani già affermati e secondo me è stata la sessione di mercato migliore degli ultimi 4 anni

Lloyd ha detto...

Credo che il punto sia chiaro. Un Kompany a 8mln ti capita una volta nella vita! Siamo tutti d'accordo sul non gettare i soldi nel cesso. Onestamente, quando compravamo i vari Javi Garcia e Negredo (di cui son stato forse il più grande estimatore) ritenevamo le mosse poco intelligenti, giustamente. Queste, invece sono azzardate,dato che ripeto, per quanto il talento di Sterling sia cristallino, non si sa se renderà quanto si spera. (Jovetic dice qualcosa?) Azzardate dunque, ma intelligenti.

Che poi siano pagati troppo è fuori discussione, ma per l'appunto, non c'è altra maniera di crescere. Cristiano Ronaldo non viene al City, in verità siamo schifati da gente del calibro di Reus, che mondiale a parte, non è propriamente possessore di un palmares di primo piano. Quindi compri giovani e giovanissimi e crei un brend. Mettici che a differenza di Parigi, Manchester non è la città con più attrattiva in europa, e che comunque si vive con dei coinquilini pesanti e ben più prestigiosi.

Crei una struttura calcio, perchè vuoi essere il centro futuro del calcio e quindi potenziare questo brend in costruzione (questo discorso è valido anche per il NY City ed il Melburn). Dalla cantera non possiamo aspettarci nulla, i Messi ed i Maldini ti escono una volta nella vita.

Puoi però continuare a creare una comunità attorno alla tua squadra, e rendere l'ambiente il più attraente possibile.

Al momento, siamo meno attrattivi del PSG per due motivi: La città e il posizionamento in europa, frutto anche di scelte passate discutibili, sia chiaro.
Ma potenzialmente lo siamo molto di più. E per quanto G&P siano imbarazzanti, non voglio credere che la società per intero lo sia.

Poi che nel frattempo si cerchi di attrarre giovanissimi under 19 sperando di poter mettere in squadra i futuri campioni, è solo positivo.

Abbiamo comprato due titolari, l'ultima volta che è accaduto qualcosa di simile non seguivo ancora questo blog.
Fondamentalmente stiamo dicendo tutti la stessa cosa, troppi soldi gettati. In ogni caso preferisco gettarli per giocatori forti che per giocatori medi, insomma, avranno letto qualche nostra lamentela evidentemente! :D

setteblu ha detto...

Contento tu, contenti tutti. Continuo a credere che con un dirigente capace potremmo spendere meno e rendere la squadra più forte.

Alessandro Bevilacqua ha detto...

personalmente penso che fin quando ci saranno procuratori pronti ad arricchirsi goooonfiando i prezzi, questi saranno sempre più alti.

Convengo su quello che ha scritto Lloyd. Manchester ha poco appeal rispetto a madrid o parigi o londra.
con i 1000 milioni di sterline e passa messi su i piatti di mezza europa, avrebbero potuto spostare la jamaica non dico a manchester ma almeno vicino la M6... Vista mare! :-D

MCTID

PS: De Bruyne si, no?! boh... domenica al goodison park, campaccio notoriamente scomodo per noi. Incrociamo le dita

setteblu ha detto...

Tanto per smontare subito una teoria falsa: il Chelsea (non esattamente un club povero) prende Pedro per 27 milioni di sterline. Chiaro? 27, non 50. I club che vendono al Chelsea non alzano il prezzo? Forse Abramovic è un poveraccio?
Quanto al resto, l'idea che un professionista non venga al City perché Manchester è brutta fa ridere. Allo United i campioni sono sempre andati e, ahinoi, hanno pure vinto un sacco di titoli.

Emanuele ha detto...

Non ha senso fare queste discussioni primo perché i prezzi del mercato si sono alzati e ci sono vari motivi per cui è successo e ribadisco che non è solo il Manchester city ha pagare prezzi folli per dei giocatori secondo de bryune è un grandissimo giocatore e anche se lo pagheremo 20-30 milioni in più io sono contento lo stesso che venga perché nel sistema di pellegrini farà molto bene anzi penso pure meglio di sterling terzo Manchester attrae meno di molte piazze e per questo i giocatori per convincerli dobbiamo usare i soldi ma non possiamo incolpare la società se Manchester è meno bella dei vari Madrid barca.

setteblu ha detto...

PS. Correggo, sempre ahinoi, un'altra teoria falsa. Il settore giovanile può eccome essere utile. Messi e Maldini a parte, voglio ricordare che lo United anni 90 era zeppo di ragazzi dell'Academy e ha vinto come nessuno. Senza voler per forza citare gli altri canterani del Barça.

setteblu ha detto...

I prezzi sono più alti però noi spendiamo 50 per Sterling e loro 27 per Pedro. Chiacchere stanno a zero come dice il caro Kuspide.

Emanuele ha detto...

Ma pedro faceva sempre la riserva al barca per questo se ne è andato e poi pedro ha 28 anni sterling ne ha venti nel mercato i giovani forti vengono strapagati non è un caso se romagnoli è stato pagato 30 e per pogba la Juve per meno di 100 milioni lo vende. Che poi sinceramente a me pedro non mi piace tanto, tra pedro e sterling anche se sterling costa il doppio io per l idea di gioco del city lo preferisco. Poi ognuno la pensa come vuole

Cioccio ha detto...

Così parlò Manuel: "E' un grandissimo calciatore, è migliorato stagione dopo stagione. Sarà sicuramente un giocatore importante per la nostra rosa. In questo momento però è impossibile togliere Kompany e Mangala dalla squadra titolare".

Cioccio ha detto...

Zabaleta fuori un mese.

Lloyd ha detto...

Voi paragonate a casaccio i prezzi di Sterling e Pedro. Due giocatori diversi, di età differenti e con fini differenti.
E poi paragonate a casaccio il City ed il Chelsea. Due società diverse, con un appeal differente.
E come può non centrare la città? Mi è appena arrivata una proposta di lavoro da Barcellona. Se mi facessero la stessa proposta ma mettendo sul piatto più soldi, ma da San Remo, avrei già cestinato la mail. Sono un professionista, e non mi ritengo meno professionista per questo.

Perchè vi è così difficile accettare che nessuno di noi farebbe molto meglio al posto del magico duo?

Lloyd ha detto...

Se Otamendi non è titolare, mi rimangio subito quello che ho appena detto relativamente a G&P e Pellegrini! :D

Kuspide ha detto...

Lloyd in realtà ti sei risposto da solo, dicendo una cosa sacrosanta e che racchiude meravigliosamente in una frase l'operato del duo comico: "abbiamo comprato due titolari, l'ultima volta che è accaduto qualcosa di simile non seguivo ancora questo blog". Ecco, forse con tutti quei soldi il cane di Boskov avrebbe potuto fare meglio. Detto questo, vediamo se hanno comprato due titolari o uno solo.

Lloyd ha detto...

Ma difatti nessuno discute lo folli operazioni del passato! Solo le discutibili attuali, che in ogni caso sono un cambio di rotta.

E forse, eccessivamente bonariamente, non voglio credere nella totale incompetenza della dirigenza. Alla fine è stato speso molto, ma si è vinto. E' vero, con la struttura di Mancini, ma Fernandinho, Navas, Negredo e Demichelis hanno giocato, e hanno persino avuto un ruolo decisivo nell' ultimo titolo vinto.

setteblu ha detto...

Lloyd, paragono a casaccio secondo il giudizio di chi? Il tuo. Non ti sembra un po' presuntuoso questo atteggiamento? Pedro e Sterling sono due giocatori offensivi esterni. Uno ha dalla sua l'età, l'altro esperienza e titoli in quantità.
Non posso paragonare Chelsea e City perché sono squadre diverse? E allora non esiste più il concetto di paragone.
Che discorso è?
Non so che lavoro tu faccia ed è proprio il tuo un paragone assurdo. Uno non viene a Manchester con quegli stipendi? Perché è meno bella di Londra?
I calciatori scelgono lo stipendio e la possibilità di vincere. Il resto, sia detto con rispetto, sono delle incommentabili puttanate.
Infine: è evidente nel mio ragionamento un punto: non credo di essere IO più bravo di Begiristain (faccio un altro mestiere e se mi offrissero molti soldi andrei domattina a San Remo). Parlo di altri dirigenti di altre squadre. Si può vincere anche evitando di buttare i soldi. Guardati l'elenco dei giocatori comprati nelle ultime stagioni, i soldi spesi ed i risultati in termini di rendimento e di crescita della squadra.
I veri "leader" sono arrivati 4 anni fa.

Lloyd ha detto...

Certo che puoi paragonarle, ma con il dovuto metro di paragone.
Possiamo paragonare anche il Monza ed il Barcellona. Al momento paragonare il prestigio del City a quello del Chelsea è come paragonare quello della pro vercelli a quello del Milan.

Cosa aveva il City meno del PSG quando questo prese Cavani? Boh, nulla? Eppure noi prendemmo Negredo.

Non l'avremmo pagato meno, e non avrebbe vinto di meno.
Il City ai tempi aveva un gruppo nel complesso più forte di quello del PSG, almeno secondo me, forse eccezion fatta per Ibra.

E' chiaro che son tutti pareri personalissimi, e lungi da me intendere che siano in qualche modo migliori dei vostri.
Ognuno i propri :)

Il paragone a casaccio non era atto a sminuire il vostro pensiero, bensì a sottolineare la maniera non corretta(sempre secondo me) di paragonare i due cartellini. Pedro è molto superiore a Sterling, 20 trofei vinti in 9 anni, non scherziamo.

Ma un giocatore con al massimo 2-3, se va di lusso, 4 anni a un buon livello, non può valere quanto un prospetto di 10-12 anni. Potenzialmente Sterling ha davanti una vita di successi quanto se non più di Pedro. Ed è questo "Potenziale" che paghi a peso d'oro. Son azzardi, certo, ma queste son anche le regole del gioco.

Se ti pagassero molto di più per andare a San Remo, o ti pagassero molto di più seppur leggermente meno rispetto a San Remo per andare a Londra, tu dove andresti?

Per quanto riguarda il pessimo lavoro della dirigenza negli ultimi 4 anni, sfondi una porta aperta.

setteblu ha detto...

Volevo leggere il tuo commento. Poi ho letto che il City sta al Chelsea come il Pro Vercelli sta al Milan e ho deciso di lasciar perdere.

Lan Don ha detto...

Ragazzi, io seguo il blog e qualche volta ho pure scritto qualche commento ma a sentire certe cose che scrivete mi viene il mal di stomaco.
Non sono mai stato un fan della politica acquisti di Begiristan e Soriano, ma Otamendi è uno dei pochissimi giocatori che sono in grado di marcare Messi. Messi, il giocatore che ci da gli incubi ripensando a quelle maledette sere di champions. E' nella top 3 dei migliori difensori al mondo al momento. E' stato il miglior difensore della liga l'anno scorso. Ed è stato pagato 31.8 milioni di sterline, che al cambio OGGI valgono 45 milioni di euro. Paradossalmente l'abbiamo pure pagato meno di Mangala (32 milioni di sterline erano al cambio 40 milioni di euro, solo un anno fa) di che vi lamentate? E state a discutere se è un buon acquisto? Pellegrini è ovvio che dovrà dargli qualche settimana di ambientamento prima di farlo giocare. Ma sarà titolare al 100%.
Parlando invece del sovrapprezzo generale dei giocatori in due parole: Che ve ne frega? Il fair play finanziario sta scomparendo, il nostro fondo è pressochè illimitato, abbiamo preso Sterling che è un giocatore di sicuro impatto e a giorni chiuderemo per il miglior assistman della storia della Bundesliga. Cosa vi interessa a voi se lo paghiamo 10 milioni o 100?
Stiamo facendo la migliore campagna acquisti dai tempi di Aguero. Spendiamo 200 milioni? che importa? sono solo soldi.

setteblu ha detto...

Se ti viene il mal di stomaco puoi benissimo evitare di leggerci. Sul denaro speso non siamo gli unici a porre dubbi. Vai su qualsiasi forum inglese del City e lo scoprirai; imparerai anche che essere tifoso blue presuppone una mentalità un po' diversa da quella che esponi tu.

Lan Don ha detto...

mi spiegheresti la mentalità blue che dovrei seguire? Ripudiare i milioni di cui disponiamo? :^) Abbiamo speso tanti soldi, è vero, ma non sono stati spesi male come negli anni precedenti.

setteblu ha detto...

Tu non devi seguire proprio nulla. Mi basterebbe che evitassi di venire qui a fare del sarcasmo e a pontificare. Considerando che potremmo avere opinioni diverse dalle tue. Rispetto totalmente il tuo parere sul mercato (ognuno ha il proprio) e mi piacerebbe che tu facessi lo stesso.

Lan Don ha detto...

setteblu, rilassati, non sono venuto per insultare. Sono venuto per confrontarmi. Ho detto come la penso, non mi pare che tu rispetti la mia opinione. "imparerai anche che essere tifoso blue presuppone una mentalità un po' diversa da quella che esponi tu", cioè non sono un tifoso giusto? o un buon tifoso comunque ;). Secondo me il tuo pensiero è sbagliato, non è che non lo rispetto.
Poi, per curiosità, che giocatori vorresti fossero arrivati fino ad oggi?

setteblu ha detto...

Non sei venuto per insultare ma hai esordito dicendo che le nostre opinioni ti fanno venire il mal di stomaco. Non mi pare un modo molto gentile di presentarsi. Rispetto le opinioni di chiunque, a patto che siano espresse in modo corretto e rispettoso.
Non esistono tifosi giusti o tifosi sbagliati. Volevo farti notare, a margine del tuo sermone, che molti di noi sono cresciuti negli anni passati con una mentalità diversa e non apprezzano questo modo di condurre il club.
Ripeto per l'ennesima volta che non devi chiedere a me quali giocatori avrei preso perché io non sono un direttore sportivo (probabilmente nemmeno tu). Mi piacerebbe avere un board, tanto per fare un esempio, come quello del Borussia Dortmund, capace negli anni scorsi di risalire dal quasi fallimento alla vittoria di due titoli e alla finale di Champions League persa all'ultimo minuto SENZA scialacquare denaro in questo modo indegno. Per intenderci non vorrei diventare come il Real Madrid, club ridicolo secondo il mio punto di vista, totalmente incompatibile con i valori storici del nostro City.
Con questo chiudo la questione.

Maxsince80 ha detto...

Proviamo a fare un ragionamento, forse un po' semplice, comunque un ragionamento: il Wolfsburg non deve vendere a tutti i costi De Bruyn, non ne ha necessità, però a una cifra iper (60/70 M) avrebbe anche l'interesse a farlo; in questo momento, l'unico club in grado di scucire quella cifra è il City; il Wolfsburg ti dice: "prendere a queste condizioni o lasciare"; il City, che per ragioni di business deve fare l'ennesimo salto di qualità, non può accontentarsi di un ripiego e, alla fine, cede al "ricatto". Mie considerazioni, neanche tanto a margine: il sistema calcio, questo sistema calcio, a me non piace; spendere cifre folli per calciatori anche bravi ma non fenomenali, a me non piace; il sistema però è questo, lo alimentiamo noi, consumando calcio e affini; tuttavia, a chi storce il naso, domando: "preferivi l'anonimato di media classifica, con un saltino, ogni tanto, in Championship e League One?". Posso capire, forse, chi al City si è appassionato negli ultimi 4 anni, ma da chi ne segue le sorti da tempo, meno.
Buon we a tutti.

setteblu ha detto...

Caro Max, condivido. Il sistema calcio è indegno. Ci sono però club che riescono a vincere senza terremotare il mercato come facciamo noi. A memoria, non credo che il Bayern stesso abbia mai speso 200 mln in una sessione di mercato. Il mio sogno è un City stile Borussia Dortmund. Sono tifoso del City da più di 20 anni e non vorrei certo tornare a soffrire. Non vorrei nemmeno però diventare ciò che abbiamo sempre detestato. Purtroppo sta avvenendo. Tra 10 anni, del mio City o meglio della mia idea di City, tifoseria compresa, non resterà più nulla.