20.10.15

Povero Yaya




Nuovo attacco di crisi esistenziale per l'animo sensibile del nostro faro di centrocampo, Yaya Tourè. Il centrocampista ivoriano questa volta non se la prende con la società che gli paga lo stipendio, per fortuna, ma con il mondo del calcio in generale.

In una lunga intervista al settimanale l'Equipe infatti dichiara quasi rassegnato: "Tutti pensano che io sia felice. Ho guadagnato tanto e vinto tanto, ma no, non sono felice. La gente pensava che avrei lasciato il City per questioni economiche e perché non ero contento del mio contratto, ma io sono una persona onesta e se do una parola non cambia. Si è cercato di infangare il mio nome, dicendo cose poco esatte. Per fortuna, ho una carriera e un palmares che parlano per me.

Nelle ultime settimane i giornalisti hanno parlato di un nuovo inizio per me. Ma quale nuovo inizio? Arrivavo da una stagione in cui il City è arrivato secondo in Premier League, il campionato più difficile al mondo. Ho segnato 12 gol, anche se ho dovuto temporaneamente lasciare il club per giocare la Coppa d'Africa: sono stato via per quasi due mesi e mi è stato rimproverato di non aver segnato come nell'annata precedente.... 

Quando sono arrivato dal Barcellona nel 2010, ho sentito dire ad alcuni che avrei ucciso il calcio! Sono arrivato come un calciatore che aveva giocato poco e in tanti dicevano che il mio stipendio (un milione di euro) era esagerato, una vergogna. Ma sono venuto al City per aiutarlo a crescere e a vincere. Molte persone, animali devo dire, ridevano di me: poi però abbiamo vinto tutto.... Sono un po' disgustato".

Che ci vuoi fare Yaya, la vita è dura e tu ne hai passate tante. Dopo che la società si è dimenticata di farti gli auguri di compleanno pensavi di averle viste tutte e invece eccoti qua a far capire agli ignoranti che i miliardi non fanno la felicità. Coraggio, non mollare!



 

2 commenti:

Alessandro Bevilacqua ha detto...

"Anche i ricchi piangono 2015"...
Depressione, vero male dei calciatori.
Tanto poi tra qualche giorno ritratta tutto

MCTID

PS: Per la cronaca per me Yaya Toure rimarra sempre nel limbo dei giocatori "bravi e forti ma che gli manca sempre qualcosina per essere un Top Player". Quel "qualcosina" spesso penso che sia un cervello e un procuratore meno attaccato ai soldi...

ESPERIA ha detto...

Il post più inutile del mondo. Un cretino del genere meriterebbe di essere preso a calci in culo, non di vedersi rilanciare le proprie assurdità anche in italiano.