29.10.15

Una stellina brilla all'Etihad

  
Manchester City: Caballero, Zabaleta (Sagna 56), Mangala, Demichelis, Kolarov, Fernando, Yaya Toure, Navas, De Bruyne (Roberts 75), Iheanacho, Bony (M Garcia 84)
Crystal Palace: Hennessey, Kelly, Jedinak, Dann, Mariappa, Mutch (Chong-yong 75), Ledley, Zaha, Bolasie, Delaney, Bamford (Gayle 77)
Arbitro: Paul Tierney
Stadio: Etihad
Spettatori:40.595

Davanti ad oltre 40.000 spettatori, con 6 cambi rispetto alla formazione schierata nel derby, il City spazza via il Palace. Personalmente provo sempre un certo piacere a battere Alan Pardew. Questa volta vinciamo con un roboante 5-1 e non all'ultimo secondo come a Londra nel match di Premier League. Il protagonista però e sempre lo stesso: Kelechi Iheanacho. Il ragazzino, che aveva già risolto il match di campionato, ha dato spettacolo anche ieri. La sua è stata una prestazione maiuscola coronata da un primo assist splendido per KDB, un secondo per l'altro baby, il diciassetenne Manu Garcia, e da una rete. Credo che questa notizia faccia piacere soprattutto al nostro setteblu che vede finalmente risplendere un prodotto della nostra academy.

Kelechi è un ragazzo nigeriano di 18 anni, che ha vestito tutte le maglie delle squadre nazionali del suo paese a partire dall'under 13. Ha giocato 7 volte nella rappresentativa under 17 mettendo a segno 6 goal. E' stato promosso in prima squadra dopo una brillante preseason quando è stato autore di 2 assiste ed è andato a segno 2 volte.

Manuel ha voluto elogiare il suo Iheanacho: "Non avevo dubbi sul suo talento, ma per Kelechi era importante dimostrare tutte le sue qualità e ci è riuscito: non è solo un bomber, ha fatto due assist bellissimi, sono felice per lui. Ha tutto ciò che serve per crescere e dimostrate il suo valore". Credo che il nostro manager stia gestendo molto bene l'inserimento in prima squadra del ragazzo. Non lo sta caricando di troppe responsabilità e va gradualmente aumentando i minuti che gli concede sul campo, Ed è giusto così: Iheanacho è un patrimonio da non disperdere: non va bruciato forzando le tappe. Spero che diventi il simbolo di un City che pensa anche all'academy e non solo agli acquisti faraonici.


1 commento:

Noodles Matteo ha detto...

Penso che ogni tifoso del City "senta" in fondo al cuore il "problema" che ha sollevato Setteblu. E che di conseguenza, ogni tifoso del City sia il primo tifoso di Kelechi. Molto bene. Ma ieri sera non solo belle notizie. Infortunio a Zaba, rischio legamento. Sappiamo quanto è importante Zabaleta per il City, affettivamente, tatticamente e tecnicamente. Speriamo in bene. In bocca al lupo Zaba.