21.11.15

City v Liverpool


Scusate ma i miei soci, molto interessati all'attualità, si sono dimenticati di postare per permettervi di segnare il vostro pronostico.
Sono come Gianni e Pinotto, sostanzialmente.
Abbiate pietà di loro.
Ciao
L'Antico Setteblu.


13 commenti:

marconteurs ha detto...

1-1 aguero

marconteurs ha detto...

1-1 aguero

Stefano Negro ha detto...

0-2

pulpigi ha detto...

3-1

alakai ha detto...

Prestazione al limite del surreale....dare addosso a pellegrini sarebbe facile però siamo passati in Champion perché otamendi in panchina? De michelis forse ha fatto il suo tempo mandala. ...per favore evito per non offendere nessuno. Ma a parte questo non è possibile una seconda debacle in campionato.....siamo troppo alti con una fase difensiva improponibile. Carletto? ????siamo ancora in tempo.....

Alessandro Gritti ha detto...

Lasciando perdere l'orrenda prestazione di ieri, qualcuni sa indicarmi il modo migliore per comprare dei biglietti per vedere il City all'Etihad?
È finalmente giunto anche il mio momento.. :)

setteblu ha detto...

Il sito ufficiale del club. Così non ti fai rapinare dalle agenzie.

Noodles Matteo ha detto...

Non è questione di dare o non dare addosso a Pellegrini. La realtà a mio parere è che ieri si è vista, fra le altre cose, la " drammatica" differenza tra un manager bravo che prepara le partite studiando gli avversari, ed una sorta di pensionato allo sbaraglio.
Perché Otamendi in panchina? Perché era un pochino stanco dagli impegni con la nazionale? Certo! E allora per questa partita non molto significativa contro un avversario di second' ordine mettiamo Demichelis al fianco di Mangala!!! Così al ragazzo francese che dava segnali di ripresa vicino ad un centrale serio, gli diamo il colpo di grazia a livello psicologico. Bravo Pellegrini!! Davvero. Poi abbiamo un centrocampista formidabile nel fare argine in mezzo, si chiama Fernandinho. Ma anche lui è un pochino stanco. ..anche lui in panca!!!!!
Poi ci sarebbe da chiedersi come vengono preparate queste partite a livello mentale. Una squadra che si avvicina ad essere grande, non farebbe mai figure del genere. Certo direte voi. ..se hai Benitez in panca...allora si può anche lontano dall' Etihad.

setteblu ha detto...

Caro Noodles, meno male che Gianni e Pinotto non leggono il nostro blog altrimenti avresti dato loro un'idea. La totale ed impareggiabile insipienza di questo club potrebbe portare ad Etihad proprio Rafa Benitez. L'uomo ideale per buttare soldi dalla finestra.
Soriano-Begirisitain-Benitez: grattiamo il fondo finchè possiamo.
Poi, un giorno, magari, anche il board più insulso della storia sarà sostituito e potremo costruire un City degno della sua (fin troppo paziente ed accondiscendente) tifoseria.
Concordo: ieri Jurgen Klopp (detto tra noi, un figo pazzesco) ha portato a spasso il nonnino cileno costruendo un'umiliazione francamente incredibile.
Si discute delle scelte iniziali, delle assenze e dell'atteggiamento: tutto vero, per carità.
Sappiamo però tutti benissimo che mille volte gli assenti (Kompany, Silva, Nasri su tutti) erano in campo in occasioni simili e la loro personalità non è necessariamente superiore a quella dei giocatori in campo ieri.
Lo ripeterò fino alla fine: se si crede di costruire uno squadrone solo con i soldi bisogna fare i conti con gli errori e gli effetti collaterali.
Diceva ieri il commentatore della partita (non Ciarravano ma l'altro…l'Innominabile) che i nostri danno l'idea di giocare al calcio e di accettare eventualmente le sconfitte così come le vittorie.
E' proprio vero.
Infatti abbiamo detto milioni di volte che se guardiamo una partita del City e non sappiamo il risultato, non siamo in grado di capire se stia vincendo o perdendo perchè il gioco è sempre uguale.
Ed era così anche con Mancini.
Il City mi ricorda molto l'Olimpia Milano: non passi alla storia perchè hai i soldi.
L'intelligenza, la conoscenza, la cultura vincente costruita nel tempo, la capacità di imparare dagli errori fanno crescere.
Spendere 200 milioni per tre giocatori, francamente, no.
Concludo: credo che il City vincerà il titolo perchè lo ritengo più forte dal punto di vista del parco giocatori.
E quando verrà festeggiato il titolo io NON cambierò le idee espresse ora.



Emanuele ha detto...

Non c è niente da dire sulla partita di ieri il Liverpool è stato superiore in qualsiasi aspetto e non credo che se fosse stato brendan rodgers il risultato sarebbe stato questo. Questo dimostra che noodles ha ragione ovvero che l allenatore non è l ultima ruota del carro come molti pensano ma che sia il principio primo su cui la squadra va formata. Ieri si è visto perfettamente l idea di gioco di pellegrini( squadra sbilanciatissima senza un idea di gioco che aspetta il colpo di un campione) contro quella di klopp( pressing a tutto campo con personalità e lottare su ogni pallone), e non è un caso se klopp ha sempre battuto pellegrini. Io la colpa non la darei a mangala ma di più a demichelis che ieri è stato imbarazzante nei primi 3 gol subiti, e se fossi stato l allenatore non avrei schierato ne sagna ne mangala che ancora erano evidentemente non avevano superato lo shock vissuto da loro stessi sulla loro pelle i fatti accaduti allo stadio e in tutta Parigi. Spero vivamente che la squadra rialzi la testa già mercoledì perché è inutile piangersi addosso.

sceiccobianco ha detto...

Secondo me Pellegrini è un manager con dei limiti ma non è l'ultimo scemo del villaggio. Alla fine l'obiettivo settimanale è quello di passare il girone di Champions come primi perciò ci sta far riposare qualche giocatore con il Liverpool in ottica Juventus.

setteblu ha detto...

Credo anch'io non sia lo scemo del villaggio. Ma non credo sia l'uomo giusto per questa squadra. Due dati saltano all'occhio con evidenza: la squadra ha sempre lo stesso modo di giocare (indipendentemente da condizioni generali, avversario, punteggio, competizione etc.) e i giocatori non danno segni di crescita, soprattutto i più giovani. Anzi.

alakai ha detto...

100% ripeto Carletto subito e il momento di affidarsi al migliore di tutti e concordo con tutti i giudizi espressi fino ad ora.